la Padronanza personale


 


Consiste nell’apprendere a generare e a mantenere direzionalità, coerenza e allineamento tra motivazioni, comunicazioni e comportamenti
messi in atto

Si concentra sul lavoro di comprensione, gestione e orientamento di due forze interne agli esseri umani:
 tensione creativa 
e
 tensione emotiva 

Porta a essere consapevoli e presenti in modo più possibile continuo, per osservare e comprendere noi stessi, le relazioni e le situazioni in modo realistico, imparando a realizzare ciò che desideriamo veramente

Sviluppi padronanza personale

La  tensione creativa  consiste nel chiarirci costantemente quello che per noi è importante, ciò che ci ispira e ci “chiama”, quello che veramente vogliamo, sia nel qui-e-ora che nell’orizzonte progettuale verso cui ci muoviamo. La consapevolezza della  tensione emotiva  ci permette di osservare con maggiore chiarezza la realtà interiore (in particolare gli schemi reattivi e le abitudini disfunzionali), acquisendo crescente lucidità sulla realtà esteriore e sull’ azione efficace.
Le persone che hanno un elevato livello di Padronanza Personale:
  • cercano continuamente di ottenere un esame accurato della realtà corrente;
  • vivono nella modalità dell’apprendimento continuo, consapevoli dei propri limiti e delle aree di trasformazione e crescita;
  • desiderano avere un quadro preciso della propria realtà interiore e del vissuto altrui, coltivando la comprensione e la saggezza;
  • hanno un senso di responsabilità ampio e profondo, si impegnano e prendono facilmente l’iniziativa;
  • hanno una buona dose di fiducia in sè stesse e negli altri;
  • creano e mantengono valori profondi, in connessione con gli altri.

Praticare la Padronanza Personale significa:

  • ascoltare e comprendere i propri bisogni e desideri;
  • comunicare e agire onestamente e coerentemente;
  • dominare le proprie proiezioni e aspettative;
  • conoscere le proprie reazioni tipiche in relazione al potere, al conflitto, ai rapporti quotidiani;
  • gestire con attenzione e gentilezza il proprio tempo, la propria energia e il proprio benessere;
  • coltivare la propria empatia, la propria assertività, la propria influenza per fare scelte il più possibile responsabili, condivise ed ecosistemiche;
  • saper attivare correttamente le proprie risorse per servire e non solo per servirsi (ego).

LA RELAZIONE GENERATIVA


E’ una pratica specifica di gestione delle interazioni quotidiane basata sulla Padronanza Personale.

Permette di accogliere e gestire le reali motivazioni sottostanti alle comunicazioni, promuovendo l’autenticità, l’impegno comune e la convergenza reciproca.

L’obiettivo è acquisire sensibilità, capacità e strumenti chiari ed efficaci per mettere in campo dialoghi e feed-back costruttivi, in grado di generare apprendimento e alleanza piuttosto che contrapposizione e competizione.

Padronanza Personale e Relazione Generativa sono due facce della stessa figura: una presuppone e richiama l’altra.

Come individui cresciamo nella relazione, e la relazione evolve solo se gli individui ampliano la loro consapevolezza.

La pratica della Padronanza Personale Relazione Generativa promuove una profonda adesione a questi valori:

armonia, integrità, crescita interiore, benessere ecosistemico, ascolto, empatia, fiducia, rispetto reciproco, ricerca del miglioramento continuo, cura, impegno.

Commenti chiusi